L'Italia scende sottozero Primi fiocchi nel milanese Pioggia e temporali al Sud

Il freddo sferza il Paese. Scende la prima neve sul capoluogo lombardo, vento e temporali al Sud. Secondo le previsioni della Protezione civile nel fine settimana le temperature si abbasseranno ulteriormente

Milano - Milano questa mattina si è svegliata sotto una soffice coltre di neve. I fiocchi hanno iniziato a scendere attorno alle sette depositandosi leggermente sui tetti. 

Freddo dalla Scandinavia Barometro in discesa e vento montante in Italia che si trova, segnala la Protezione Civile, in una vasta struttura depressionaria, centrata sulla penisola Scandinava, che dovrebbe portare i primi fiocchi di neve sui settori occidentali della Lombardia. Un brusco salto in giù delle temperature si dovrebbe registrare da domani nel centro-Nord, con temperature medie inferiori ai dieci gradi, e picchi a Firenze e Perugia attorno ai sei gradi. Sono le previsioni fornite dal meteorologo, docente di Fisica dell’Atmosfera all’Università di Milano-Bicocca, Mario Giuliacci, secondo il quale già domani ritornano le piogge su gran parte del Centro-Nord e la neve sull’arco alpino, soprattutto sulle Alpi Lombarde e sulle Dolomiti, nonchè nelle zone pedemontane, città di Brescia e Bergamo comprese. L’innevamento non è tuttavia previsto, nelle prossime 24 ore, in bassa quota e quindi sulla Pianura Padana.

Allerta anche nelle Marche È invece allerta-meteo della Protezione Civile nelle Marche dove venti molto forti, provenienti da Ovest con raffiche fino a 90 km/h, interesseranno prevalentemente le zone interne e collinari. Intanto, l’instabilità atmosferica sulle regioni meridionali tirreniche, con mari agitati, ha bloccato i collegamenti con Panarea, l’isola più piccola delle Eolie, dove i 300 abitanti sono rimasti senza pane, perchè l’unico panificio non ha potuto rifornirsi di lievito. Nel fine settimana, sabato, afferma Giuliacci, il cielo migliora in tutta Italia ad eccezione della Sardegna per il deciso approfondimento della depressione europea verso la Penisola Iberica, ma la temperatura media si mantiene sotto i dieci gradi. Sabato, sintetizza il presidente della Società Meteorologica Italiana Luca Mercalli, Nord Italia assolato, con rischio-gelate in serata, e pioggia al Sud.

Neve nel fine settimana Situazione che si inverte la domenica quando al Nord è quasi certa la neve anche in Pianura Padana, con fiocchi temporanei nella città di Milano, mentre le temperature torneranno tiepide, con punte di 20 gradi, nell’Italia Meridionale. Nella zona di contatto tra i due fronti, la Toscana sarà sotto una pioggia a dirotto, mentre nel Lazio sono attese precipitazioni più sporadiche. "Di fatto - commenta Mercalli - si apre la prima settimana di stampo invernale, ma i fiocchi di neve su Milano non dovrebbero attecchire e creare blocchi". Domenica, nuove condizioni di maltempo vengono segnalate dalla Protezione civile che si estenderanno a tutte le regioni, con possibili nevicate a bassa quota sul nord, piogge al centro-sud, e forte ventilazione ovunque. Secondo il docente universitario Giuliacci, le piogge interesseranno il Nord, le regioni centrali e quelle tirreniche, mentre si salvano la Calabria e il basso Adriatico. Continuano le nevicate sull’arco alpino, stavolta anche a fondo valle, con temperature minime inferiori ai cinque gradi. Al Centro invece il barometro segnerà una risalita delle temperature tra i dieci e i 16 gradi, con giornate decisamente più tiepide, tra i 17 e i 23 gradi, al Sud.