Lite fra cani finisce dal giudice

Doveva essere una faccenda tra (soli) cani. E loro se la sarebbero cavata benissimo. È diventata una faccenda tra proprietari di cani ed è andata peggio: uno ha aizzato un gruppo di cittadini contro vigili e guardie ecologiche; l’altro, «gasatissimo» dal primo, a quel punto ha addirittura investito due vigili con la propria bicicletta, ferendoli. Ovvio che poi i ghisa hanno denunciato entrambi. E si sono fatti medicare le ferite.
È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri all’entrata del Parco Lambro, in via Feltre. Due guardie volontarie ecologiche (Gev) trovano un cane abbandonato e lo legano a un albero. In quel momento arriva un altro cane e i due cominciano a mordicchiarsi. Interviene allora il proprietario del secondo cane, un uomo di 36 anni. Che si mette a litigare con le guardie ecologiche e con quel «loro» cane che si è permesso di «aggredire» il suo.
Quando l’uomo se ne va, tutto sembra finito lì. E invece sta solo cominciando la parte peggiore della storia. Il proprietario del cane entra in una delle zone del parco riservata esclusivamente ai quattrozampe e ai loro padroni e comincia a prendersela ad alta voce contro le guardie ecologiche, sfoderando argomenti convincenti al punto da coinvolgere, in questo suo stato d’animo rabbioso, anche una ventina di presenti. Le guardie ecologiche capiscono che la situazione sta diventando incandescente e chiamano la centrale dei vigili. Purtroppo, quando arrivano due ghisa, gli animi si sono già surriscaldati. E uno dei presenti li investe con la sua bicicletta. Così scattano le denunce. E arriva l’ambulanza.