Una lite al «Cpt»: grave marocchino Preso l’aggressore

Un marocchino di 32 anni, rinchiuso nel Centro di permanenza temporanea di via Corelli, è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele in gravi condizioni, in seguito a un’aggressione subita da parte di un tunisino, anch’egli ospite del Cpt. L’uomo vittima dell’aggressione è stato trovato disteso a terra privo di sensi nel primo pomeriggio dell’altro giorno, con una vistosa ferita alla testa, e subito trasportato all’ospedale San Raffaele, dove è tutt’ora ricoverato in prognosi riservata. Ci sono volute alcune ore di indagini interne al campo per ricostruire la vicenda, e alle cinque di ieri mattina è stato individuato il presunto aggressore, un tunisino di 30 anni, adesso in carcere con l’accusa di lesioni volontarie aggravate. Secondo le ricostruzioni avrebbe aggredito il marocchino al culmine di una lite scoppiata per futili motivi.