Lite a Heathrow, Naomi incriminata

Nuovi guai giudiziari per la
Campbell: la top model rischia il carcere per avere
dato in escandescenze all’aeroporto londinese e aggredito un
poliziotto. Le imputazioni a suo carico: aggressione di pubblico
ufficiale, provocato allarme e insulti
all’equipaggio

Londra - Nuovi guai giudiziari per Naomi Campbell: la top model è stata incriminata a Londra per avere dato in escandescenze all’aeroporto di Heathrow e aggredito un poliziotto. A quanto riferito dal suo avvocato Simon Nicholls, la ’venere nerà comparirà in tribunale il 20 giugno. Cinque le imputazioni a suo carico: tre per aggressione di pubblico ufficiale, uno per provocato allarme e uno per insulti all’equipaggio. La vicenda risale al 3 aprile.

La sfuriata a Heathrow La Campbell era salita su un volo per Los Angeles dopo avere imbarcato due bagagli. Una volta a bordo le era stato detto che una delle valigie era andata persa e la modella non aveva preso bene la notizia. Urlando senza posa, aveva preso a pugni e calci gli steward, prima di sputare in faccia al poliziotto che era salito a bordo a prelevarla. Inevitabile l’epilogo: una volta ammanettata, la top model era stata portata in commissariato e rilasciata diverse ore dopo su cauzione. Oggi è comparsa in commissariato per l’udienza preliminare.

La precedente aggressione "Miss Campbell è amaramente delusa che la procura abbia deciso di rinviarla a giudizio - ha spiegato l’avvocato Nicholls - rispetta questa decisione e spera che la questione sia risolta rapidamente». L’ex fidanzata di Flavio Briatore è stata già condannata una volta per aver aggredito la cameriera con il cellulare. La pena che ha dovuto scontare è stata simbolica: per qualche giorno ha dovuto fare la spazzina.