Lite Margherita-An per un gazebo elettorale conteso

È dovuta intervenire la polizia municipale. L’ha contattata il capogruppo comunale della Margherita Andrea Fanzago, ieri mattina, dopo che i sostenitori del partito arrivati intorno alle ore sette per piazzare il gazebo elettorale in piazza San Babila che rimarrà lì fino al primo aprile, ci hanno trovato ancora quello di An, che lo avrebbe dovuto smontare la sera prima. Soltanto alle 11, sono arrivati i responsabili di Alleanza nazionale che, spiegano i ghisa, avevano il permesso di piazzare un altro gazebo nella piazza fino al 2 aprile, ma non nella vecchia posizione. «Di fatto - afferma Fanzago - hanno occupato abusivamente lo spazio impedendoci di lavorare per tre ore. Coloro che si ergono a paladini delle regole, poi non le rispettano».