Lite in spiaggia con lo spray: sei intossicati

da Imperia

Sei bagnanti sono rimasti lievemente intossicati in spiaggia, dopo essere entrati in contatto con il gas urticante di una bomboletta spray utilizzata da un francese di origine nordaficana per aggredire un bagnante nel corso di una lite. È accaduto, nel pomeriggio, sul lungomare Oberdan di Ventimiglia.
Sul posto sono intervenute un'automedica e due autoambulanze del 118 e gli agenti del commissariato di città per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Secondo una prima ricostruzione, sembra che la spruzzata di gas urticante fosse diretta nei confronti di un quarantenne che si trovava in spiaggia con la famiglia. Il vento, tuttavia, avrebbe trasportato il gas per alcune decine di metri intossicando anche altri bagnanti che hanno lamentato bruciori agli occhi, pruriti alla pelle e difficoltà respiratorie. La lite sarebbe scoppiata tra vicini di ombrellone per futili motivi. Inizialmente, si era diffusa la voce di una rapina, poi smentita dalla polizia. Gli agenti sarebbero già in possesso di un identikit dell'aggressore elaborato grazie alle testimonianze dei bagnanti.
I sei malcapitati che hanno respirato il gas urticante, tra questi anche un bambino, sono stati curati e adesso stanno bene.