La lite sui binari sbarca a Roma

Responsabili del trasporto ferroviario e rappresentanti (imbufaliti) degli utenti si ritroveranno faccia a faccia, martedì, alla Commissione Trasporti della Camera per trovare una soluzione ai ripetuti disservizi che si sono verificati in questi giorni per l’entrata in vigore dell’orario invernale e, soprattutto, per la protesta dei macchinisti contro il dispositivo di sicurezza «Vacma» che, dovendo essere azionato ogni 55 secondi, creerebbe vari scompensi psicosomatici. «Ho sollecitato questo incontro in Commissione - spiega l’onorevole Gabriella Mondello, Forza Italia - in quanto la situazione del trasporto ferroviario in Liguria è precipitata, con conseguenze pesantissime per i passeggeri e, in particolare, per tanti lavoratori pendolari e studenti che sono rimasti bloccati per ore, in stazione o a bordo dei treni. Per questo ho creduto opportuno e urgente - aggiunge Gabriella Mondello - rivolgermi al presidente della Commissione, Angelo Sanza, per ottenere questa audizione cui hanno aderito, fra gli altri, numerosi parlamentari liguri. Sarà l’occasione per chiarire tutte le ragioni del disservizio, ma soprattutto per arrivare a una soluzione soddisfacente per la tutela della sicurezza e le esigenze dell’utenza. In questo senso - conclude la parlamentare di Forza Italia - sarà molto utile la presenza all’audizione dei rappresentanti del Coordinamento pendolari liguri e di Furio Truzzi, quest’ultimo a nome di Assoutenti».