Liti di condominio, uccide vicina «Ero stufo: troppe discussioni»

da Foggia

Ci sarebbero dissidi di vicinato che andavano avanti da anni alla base dell’omicidio avvenuto l’altra sera davanti alla chiesa di San Giacomo, nel centro storico di Lucera (Foggia). Vittima, Assunta Romagnolo, 30 anni, sposata e madre di due figli. Era davanti alla sede del catechismo frequentato dalla figlia quando è stata accoltellata davanti agli altri genitori da un giovane che è scappato subito dopo. I carabinieri lo hanno fermato poco dopo: si tratta di Franco Ricciardi, 27 anni, incensurato. Tra la vittima e la famiglia dell’omicida c’erano state diverse querele incrociate, tanto che la donna si era trasferita in un’altra abitazione.
Ricciardi, nel rientrare a casa, ha incrociato in piazza San Giacomo la donna la quale lo avrebbe apostrofato, dinanzi a numerose persone, con frasi offensive. In preda alla rabbia il giovane è tornato a casa, ha preso un coltello da cucina ed è tornato in piazza. Davanti alla chiesa ha trovato Assunta Romagnoli alla quale ha inferto un colpo alla schiena. Fatale. È morta prima di arrivare in ospedale. «Ai carabinieri ha detto: «Ero stufo, troppe discussioni».