Liti e gelosie nella farsa di Scarpetta

Fragorosi litigi, amori clandestini, scenate di gelosia, allegro groviglio di situazioni al limite del paradosso. È quanto promette ’O Scarfalietto , celebre farsa di Eduardo Scarpetta che, adattata da Eduardo De Filippo, Armando Pugliese rivisita ora in uno spettacolo esilarante e vitalissimo, in cartellone all’Ambra Jovinelli da stasera. A spartirsi le grottesche avventure di Felice Sciosciammocca e company troviamo qui interpreti di forte espressività quali, tra gli altri, Mimmo Esposito (nel ruolo proprio di Felice), Susy Del Giudice (in quello di sua moglie Amalia), Giovanni Esposito (Don Gaetano), Ernesto Lama (l’avvocato Anselmo) e Antonio Casagrande (il presidente del tribunale). Ma è difficile non considerare questa partitura giocosa innanzitutto come un intarsio corale in cui tutti partecipano a disegnare vezzi e vizi dell’umana genia. La vicenda della tortuosa separazione dei coniugi Sciosciammocca si mescola, infatti, alla relazione extraconiugale che tale Gaetano Capocchia ha con una ballerina (a sua volta amata anche dall’avvocato Antonio Saponetti) e, di conseguenza, con l’iraconda reazione di sua moglie Dorotea. Ed è tale la mole dei bisticci messi in opera che l'ultimo atto deve necessariamente svolgersi tra le aule di un tribunale. Repliche fino al 17 dicembre. Info: 06-44340262.