Litigano per le patatine Turco ferito in un kebab

È finita in maniera drammatica una lite per motivi banali scoppiata intorno alla mezzanotte di sabato in via Arena, in zona via De Amicis. Un turco di 24 anni, titolare di un negozio che vende kebab, è stato accoltellato al viso da un cliente, un coetaneo tunisino, poi arrestato dalla polizia. Il turco è stato portato al Policlinico e le sue condizioni non sono gravi.
I due stranieri hanno litigato per del cibo. Il turco, infatti, ha spiegato che il nordafricano entrato nel suo locale voleva a tutti i costi mangiare delle patatine fritte che, però, a quell’ora il negoziante non prepara più. Il tunisino ha insistito perché il turco friggesse patate appositamente per lui ma l’altro non ha voluto sentire ragioni. A quel punto la lite è degenerata e il tunisino ha estratto un coltello e ha ferito il turco alla faccia. La polizia - avvertita da un passante accortosi del parapiglia scoppiato nel negozio - stava già arrivando sul posto: il tunisino - Mohamed Arbi Mhamdi, con precedenti - è stato catturato poco dopo.