Litorale invaso dai vu’ cumprà: in arrivo una task force sulle spiagge

Molto presto potrebbe essere una task-force composta da guardia di finanza, polizia, carabinieri e vigili urbani a cercare di contrastare il dilagante fenomeno dei venditori abusivi che, dopo il giro di vite della giunta Alemanno per arginare l’abusivismo commerciale in città, sono fuggiti e ora si stanno riversando in massa sulle spiagge del litorale romano. Con conseguenze disastrose per i bagnanti e quanti cercano di concedersi qualche ora di relax, che sono presi d’assalto da centinaia di assillanti venditori con ogni genere di mercanzia. Ai tradizionali (si fa per dire) venditori di cocco e ai vu cumprà che offrono a prezzi stracciati teli da mare, costumi, braccialetti e collane, infatti, ormai si è aggiunto un vero esercito composto da centinaia di figure bizzarre: dal venditore di granatine di dubbia provenienza, cornetti e ciambelle calde, alle massaggiatrici cinesi che propongono trattamenti rilassanti al costo di pochi euro, dai sedicenti chiromanti ai venditori ambulanti di cd e dvd contraffatti, ma anche di altri articoli come scarpe sportive e borse con false griffe, che fino a poche settimane fa venivano piazzati solo in alcune strade e mercatini della città.
Un fenomeno che sta destando più di qualche preoccupazione tra le istituzioni del territorio, soprattutto dopo le centinaia di segnalazioni pervenute alle forze dell'ordine, sia da parte dei gestori degli stabilimenti sia dei villeggianti, tanto da indurle a prendere maggiori provvedimenti restrittivi, da adottare nel giro di pochi giorni.
Così se da una parte il sindaco di Fiumicino, Mario Canapini, promette tolleranza zero, confermando che la questione dei venditori ambulanti tra Fiumicino, Focene e Fregene, ha ormai assunto proporzioni incontrollabili, e ha già in programma, per i prossimi giorni, una riunione insieme con tutte le forze dell’ordine del territorio per cercare di ripristinare la legalità sulle spiagge del comune autonomo, per Ostia, l’Assessore capitolino al commercio, Davide Bordoni, prevede, di concerto con il presidente del XIII municipio, Giacomo Vizzani, di estendere l'ordinanza anti-borsoni anche per il quartiere romano affacciato sul mare e di predisporre un piano straordinario di lotta all'abusivismo commerciale.
Misure di prevenzione in questo senso sono state già rafforzate lungo tutto il litorale romano, con la predisposizione di servizi di vigilanza nell’area del lungomare di Ostia e sul tratto di costa che dal porto turistico di Fiumicino si estende a Nettuno.