Al Litta dirige De Martini All’Auditorium con la Verdi

Valeria Pedemonte

Oggi. In Conservatorio, alle 21, si esibisce il Quartetto di Tokyo, in un programma che prevede musiche di Haydn e Beethoven. Al Teatro Litta di corso Magenta, alle 21 suona l’orchestra che porta il nome del teatro: Orchestra Accademia Litta, diretta da Carlo De Martini, con la violinista Ulrike Anima Mathe. In programma composizioni di Mozart. Domani. Nel palazzo dei Congressi di Lugano, alle 20.30, l’Orchestra della Svizzera Italiana, diretta da Uri Segal, con il violinista Baiba Skride, propongono musiche di Schumann, Sibelius, Schubert, Kodaly.
Mercoledì. Alla Scala, alle 18, va in scena Idomeneo di Mozart: opera inaugurale della Stagione 2005-2006. Dirige Daniel Harding, regia di Luc Dondy, scene di Erich Wonder. L’Arcimboldi, alle 18, riapre i battenti per proporre a un pubblico orfano del biglietto scaligero, la proiezione in diretta su grande schermo proprio dell’Idomeneo. Giovedì. In Auditorium, alle 20.30, l’Orchestra Verdi sotto la bacchetta di Stéphane Denève e con la partecipazione del violinista Hanning Kraggerud, propongono composizioni Mendelssohn-Bartholdy e Honnegger. Venerdì. In Auditorium, alle 16.30, l’Orchestra Verdi, diretta da Ruben Jais, interpreta brani di Schumann, Berlioz, Mendelssohn. Domenica. Alla Scala, alle 18, si replica l’Idomeneo.
Nella Basilica di Santa Maria della Passione, alle 16.30, per la dodicesima edizione di Vespri d’organo, si esibisce l’organista Umberto Forni per interpretare musiche di Bach. L’ingresso è a offerta libera a favore dell’Associzione per la tutela del bambino con malattie metaboliche. Nella Sala Grande dell’Associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala, alle 16, si proietta il video dell’opera Eugenio Onegin di Ciaikovskij, nell’edizione diretta da Bruno Bartoletti a Chicago nel 1985. La proiezione è fatta con l’intento di preparare il pubblico che assisterà alla stessa opera alla Scala nel prossimo gennaio.