«Litvinenko era al soldo degli inglesi»

Londra. Alexander Litvinenko era una spia al soldo dei servizi segreti britannici (MI6). Lo scrive il quotidiano londinese «Daily Mail» secondo cui i servizi versavano mensilmente duemila sterline al russo, morto a Londra il 24 novembre scorso dopo essere stato avvelenato con il polonio 210. Le indagini di Scotland Yard hanno portato le autorità giudiziarie del Regno Unito a chiedere l’estradizione di Andrei Lugovoy, anche lui un ex agente del Kgb, con il quale Litvinenko pranzò il 1° novembre a Londra, giorno in cui fu avvelenato.Mosca ha finora rifiutato di estradare Litvinenko.