Live 8, duetto tra Baglioni e Zero Invitati anche Benigni e Grillo

Il direttore artistico Senardi guarda alle star di cinema e tv. Ancora aperto il caso Vasco, per Jovanotti «grande show»

da Milano

Vabbé ora proviamoci. Dopo la carestia iniziale, ora il cast (potenziale) del Live 8 romano, in onda sabato 2 luglio dal Circo Massimo, si è allungato tanto da essere quasi smisurato. Oltre ai cantanti, l’invito si è allargato anche a personaggi della televisione o addirittura del cinema. «Non è necessario che salgano sul palco, ci piacerebbe anche solo che passassero a dare un saluto» ha detto ieri Stefano Senardi.
Senardi, che è un discografico di lungo corso, da tre giorni è il direttore artistico dello show e «da quando ho avuto la nomina passo il mio tempo a contattare, parlare, telefonare agli artisti, per spiegare che il Live 8, insomma, è uno degli eventi più importanti della storia recente». Forse per questo l’invito è stato allargato anche a Roberto Benigni, Beppe Grillo, Gabriele Muccino, Renzo Arbore o Fernanda Pivano «perché appunto non vogliamo solo cantanti».
Intanto di quelli si ha quasi l’elenco completo, almeno per ciò che riguarda gli artisti italiani. Di Vasco corrono solo voci «ma naturalmente sarebbe il benvenuto, anche se è meglio non in collegamento» dice Senardi. Di Carmen Consoli, Gianna Nannini e Fiorella Mannoia si lamenta l’assenza. Di Ron è arrivata proprio ieri la conferma della partecipazione.
«Ma ora è il momento di pensare a che cosa fare sul palco, ai duetti e alle esecuzioni particolari che renderebbero l’idea di questo evento». Così sembra quasi sicuro che Claudio Baglioni e Renato Zero si siano già parlati per portare in scena un duetto e lo stesso dovrebbe fare Laura Pausini, che si era subito detta disponibile a incrociare la sua voce con qualche altro artista.
«Intanto Jovanotti sta pensando a una performance molto particolare» dice Senardi, che non si sbilancia forse perché i contorni sono ancora tutti da stabilire. D’altronde è solo di ieri la conferma che Bjork interromperà la sua assenza dai palchi per apparire al Live 8 che andrà in scena allo stadio Makuhari Messe di Tokyo e quindi tutto è possibile.
Tornando in Italia, sul fronte straniero c’è la conferma «al settanta per cento» dei Duran Duran, che dovrebbero salire sul palco del Circo Massimo prima di volare con un volo privato al Festival di Roskilde in Danimarca, facendo anche loro un giorno di doppio lavoro in una giornata così speciale. Forse ha fatto effetto la minaccia di Bob Geldof: «Non esserci significa fare una figuraccia».

Annunci

Altri articoli