Live Circoli fermi al palo in attesa che si muovano i concessionari

La sentenza del Tar del Lazio sul poker live sembra aver riportato ordine, se non altro, nella giungla dei ricorsi e delle cause giuridiche relative a questo settore. Tuttavia per il famigerato regolamento che dovrebbe disegnare il panorama del gioco dal vivo in Italia, sembra non essere cambiata di una virgola la situazione. Ma se i circoli, i players e gli investitori interessati al poker non possono muovere nessuna azione, anche di carattere legale, allora chi potrebbe spingere Aams a sveltire i tempi di attuazione del regolamento? La risposta - propone Gioconews.it - è semplice: se i circoli di poker live potranno essere gestiti tramite regolare autorizzazione dei Monopoli di Stato dalle concessionarie di gioco online, sono proprio queste ultime a poter muovere qualche pedina fondamentale per il ritorno dell'hold'em e delle sue varianti nei locali di tutta Italia. Anche se, per il momento, appaiono interessate a tutt’altre e più remunerative partite.