Il Live Club per i Punkreas Rolling Stone, serata metal

Luca Testoni

Oggi. A Milano il primo concerto del 2006 è all'insegna del metal. Al Rolling Stone si esibiscono infatti i Children of Bodom, il quintetto finlandese reduce dalla pubblicazione dell'album Are you dead yet?. Il nome scelto dalla seguita «cricca» death metal nordica si riferisce al mistero del lago Bodom, un bacino a una ventina di chilometri da Helsinki dove negli anni Sessanta alcuni ragazzi furono uccisi a colpi d'ascia. Ektomorf e One Man Army sono le band supporter di giornata.
Giovedì. Rock acustico alla Casa 139 con la cantautrice-performer barese Roberta Carrieri e il gruppo di Busto Arsizio degli Arecibo. Alla Blueshouse è invece di scena il duo dei Blue Steam alle prese con un repertorio di blues delle origini.
Venerdì. Il Live Club di Trezzo d'Adda ospita i Punkreas. Forte di uno zoccolo duro di fedelissimi, il quintetto originario di San Lorenzo di Parabiago è da oltre un decennio un punto fermo di una scena, quella punk-rock, che nel Bel paese, beneficiando del traino del grande successo di Green day e Offspring, ha avuto il suo momento d'oro a metà anni Novanta. Si inseriscono nel solco della tradizione cantautoriale gli emergenti Terramare, attesi dal vivo al Bloom di Mezzago. I Cherry Pie "scaldano" infine la Blueshouse a suon di blues-rock.
Sabato. Star di giornata i Negrita, dal vivo al Motion di Zingonia. Le Jains, un duo che fa rock scarno e rumoroso con batteria (Anna Di Pierno) e chitarra (la bionda canadese Kris Reichert, del duo di Mtv Kris & Kris), alla maniera dei White Stripes, sono invece in concerto alla Cattedrale di Cusano Milanino. Al Live Club di Trezzo tocca ai Bar Mario, la prima cover band italiana incentrata sul repertorio di Ligabue, mentre il Transilvania Live ha convocato i punk-rocker vicentini Sun Eats Hours.