Liverpool 3 gol annullati, San Paolo trionfa

da Yokohama

Il Sao Paulo ha vinto la coppa Intercontinentale di calcio. Ha battuto in finale il Liverpool 1 a 0 con il gol segnato da Mineiro al 27’ del primo tempo. Per i brasiliani si tratta del terzo successo nel trofeo, dopo le vittorie ottenute nel 1992 e nel 1993 su Barcellona e Milan. Per il Liverpool della terza sconfitta, dopo aver concesso la coppa al Flamengo e all’Independiente nel 1981 e nel 1984.
Partita aspra, condizionata dalle decisioni dell’arbitro messicano Benito Archiundia che ha annullato tre gol agli inglesi e non ha fischiato un fallo da rigore nel finale della partita. Il Liverpool ha colpito anche due volte la traversa a significare una partita nata male e poi sfortunata. Rafa Benitez ha protestato energicamente nei confronti del direttore di gara: «Se segniamo tre gol e non ce ne accordano nemmeno uno, se non fischiano un rigore, se colpiamo due traverse, se tiriamo 21 volte verso la porta avversaria, se collezioniamo 17 calci d’angolo, che altro avremmo potuto fare in novanta minuti?». In verità anche il portiere paulista Rogerio Ceni è stato il protagonista con una serie di interventi decisivi.
Rafa Benitez è infuriato per il gol annullato a Hyypia perché arbitro e assistente avevano ritenuto fuori il corner calciato da Xabi Alonso. Il rigore su Peter Crouch ha aggiunto polemiche e il suo sostituto Sinama Pongolla è stato fermato in dubbio off side. «Abbiamo battuto una grande squadra» ha ammesso Paulo Autuori, allenatore del Sao Paulo: «Nel calcio conta soltanto il risultato finale, c’è sempre un vincitore e c’è sempre un vinto. E chi perde ha da sempre giustificato la sconfitta con una serie di alibi».