Il Liverpool vuole Mancini della Roma Per averlo offre 23 milioni in contanti

Il procuratore del brasiliano, Gilmar Veloz, poi andrà a Milano per trattare Pato. Intanto Beckham chiama Ronaldo negli Stati Uniti

Gilmar Veloz è in Italia da venerdì, il procuratore di Pato Alexandre e Amantino Mancini non è qui per promuovere la sua merce ma per aprire un’asta e le cose per lui e i suoi assistiti si stanno mettendo benissimo. Da Liverpool è arrivata l’offerta choc che il Sunday Mirror ha sparato in apertura di pagina: 15 milioni di sterline, 23 milioni di euro, per l’esterno brasiliano della Roma Amantino Mancini che proprio in questi giorni discute il rinnovo del contratto in scadenza il 30 giugno 2009. Mancini ha firmato per la Roma un quinquennale nella stagione 2004/05 con ingaggio indicizzato, quest’anno guadagnerà 2,9 milioni di euro lordi, il prossimo 3,2, e vorrebbe ricevere un adeguamento per arrivare ad almeno 2 milioni netti a stagione, inferiore al tetto salariale di 2,5 milioni imposto dalla società. Gilmar Veloz è a Roma e compatibilmente agli impegni di Rosella Sensi, Daniele Pradè e Luciano Spalletti, l’offerta dei reds se confermata è di quelle da cogliere al volo. Prima il rinnovo del contratto a 2 milioni non era un grosso problema, ora la cessione risolverebbe tutti i problemi. C’è poi un aspetto non secondario: il consenso di Francesco Totti. Se il capitano si è subito schierato con Cristian Chivu chiedendogli di restare almeno un altro anno, non è così scontato che con Mancini avrà l’identico atteggiamento, ben sapendo quanto siano stati tesi in passato i rapporti fra i due, rimasti per loro stessa ammissione più di un anno senza salutarsi. La cessione di Mancini vale l’assalto a Quagliarella, a Semioli e a Rinaudo che potrebbe sbloccare l’affare Chivu, ma non è neppure così remota la possibilità di portare in giallorosso addirittura Fabio Cannavaro, dopo canonica autoriduzione d’ingaggio. «Il Liverpool vuole Mancini - ha dichiarato il suo agente -, e io ho già parlato con Rafa Benitez. Gli ho spiegato che se intende aprire una trattativa deve rivolgersi direttamente alla Roma. Se il club intende venderlo, per noi non sarà un problema trovare un accordo con il Liverpool». L’operazione Mancini non è prevista in tempi brevi, solo quando verrà conclusa Gilmar Veloz lascerà Roma per raggiungere Milano e trovare una nuova destinazione a Pato Alexandre, il nuovo crac del calcio.
Roberto Mancini ha avuto ancora parole di elogio per il 17enne dell’Internacional di Porto Alegre: «Lo seguiamo da due anni - ha dichiarato il tecnico dell’Inter -, è un ragazzo intelligente e ha capito che spostarsi da casa così giovane non è semplice». Confermate dal suo agente le attenzioni dei più grossi club d’Europa, anche se ieri proprio Kakà ha parlato di Pato come uno dei più forti giocatori brasiliani e si sa quanto pesi il giudizio del futuro Pallone d’Oro. Intanto i tabloid inglesi parlano di un contatto fra Galliani e Peter Kenyon, plenipotenziario del Chelsea, per parlare di Shevchenko.
Fabio Cannavaro è ufficialmente sul mercato, anche se il tecnico Bernd Schuster lo ha dichiarato incedibile. L’ad Jean Claude Blanc ha confermato che la Juventus non lo sta cercando e ha invece ribadito l’interesse per Fernando Meira dello Stoccarda. Il capitano degli azzurri sarebbe invece un obiettivo di Josè Mourinho ed avrebbe già ottenuto l’approvazione di Roman Abramovich. Non solo il Chelsea, anche il Newcastle sarebbe in corsa per Cannavaro che Mourinho si dice convinto di trasferire a Londra entro questa settimana.
Poi una notizia molto curiosa dagli Usa e dalla nuova casa di David Beckham. Lo spice boy ora è ai Los Angeles Galaxy e la sua presenza sta eccitando tutto l’ambiente. Ieri si è fatta sempre più insistente una voce che vorrebbe Beckham nei panni di ambasciatore del soccer per portare negli Stati Uniti nuovi campioni. Ronaldo sarebbe il primo obiettivo, sebbene il suo trasferimento non sia possibile prima del termine della prossima stagione. Il presidente del club Alexi Lalas ha già dichiarato: «Sarebbe bellissimo avere qui Ronaldo. Qui o in qualunque altro club americano».