Livigno, sono numeri mondiali

272 i giornalisti accreditati, 170 le testate, 1067 i giorni di preparazione

Terminata la rassegna mondiale, a Livigno si danno i numeri. Il primo riguarda l’organizzazione che ha lavorato esattamente per 1067 giorni dal giorno dell’assegnazione da parte della federazione internazionale. Le persone coinvolte sono state centinaia: i protagonisti dell’iniziativa “volontario volentieri” sono state 287 che hanno supportato l’organizzazione a fianco di 81 addetti al pronto soccorso e oltre cinquanta (ma probabilmente è un numero in difetto) addetti alla sicurezza. Alla cerimonia di apertura 311 sono stati i figuranti che hanno dato il via ai Campionati Mondiali di Mountain Bike e Trial che hanno assegnato 18 titoli iridati.
Il numero totale degli addetti all’organizzazione è difficile identificarlo con precisione ma una stima realistica non può essere inferiore a 750 persone. I giornalisti ufficialmente accreditati hanno raggiunto la soglia di 272 - in rappresentanza di 170 testate giornalistiche - di cui 104 con la qualifica di fotografo. Gli atleti accreditati e dunque iscritti sono 782 provenienti da 51 nazioni dei cinque continenti. Sul piano della comunicazione sono state stampate 20.000 copie del programma ufficiale.
I contatti avuti sul sito ufficiale della manifestazione www.livignobike.it nella giornata dell’avvio hanno superato le 2.500 visite singole che sono raddoppiate (4.546 per la precisione) nella giornata, il 4 settembre.