Livingstone, guerra ai Suv: "Trentatre euro per entrare a Londra"

Dal 27 ottobre i proprietari delle
bombe ecologiche a quattro ruote motrici, ribattezzati i "trattori di Chelsea", o di rombanti
Ferrari e Aston Martin dovranno sborsare 25 sterline al giorno (33,5 euro) per entrare nel
centro della capitale, anche se residenti

Londra - Ken Livingstone, in corsa per ottenere a maggio un terzo mandato come sindaco di Londra, dichiara guerra ai Suv e alle supercar. Dal 27 ottobre i proprietari delle bombe ecologiche a quattro ruote motrici, ribattezzati i "trattori di Chelsea", o di rombanti Ferrari e Aston Martin dovranno sborsare 25 sterline al giorno (33,5 euro) per entrare nel centro della capitale, anche se residenti. Un salasso annuo di 6.500 sterline (8.725 euro) che inciderà sul 17% del parco automobilistico londinese, i cui proprietari difficilmente avrebbero votato per Livingstone.

Ken il "rosso", come era stato ribattezzato quando per le sue posizioni estremiste venne sbattuto fuori dal Labour, intende passare dalla tassa contro il traffico (congestion charge) a quella contro le auto più inquinanti (pollution charge). Già nel 2003 aveva imposto il pagamento di 8 sterline a tutti i non residenti che volevano entrare nel cuore della capitale. Ora punta a tagliare del 60% le emissioni di Co2 a Londra entro il 2025 imponendo il plutocratico balzello a tutte le auto che generano 225 grammi di anidride carbonica per chilometri: una categoria in cui rientrano maxi quattro per quattro come Bmw X5, Mercedes ML, Range Rover o le veloci supercar.

La nuova tassa è solo l’ultima di una serie di iniziative a favore dell’ambiente lanciata da Livingstone. Ieri, sulla falsariga di Parigi, aveva annunciato di voler dotare Londra di un sistema di noleggio di 6.000 biciclette per girare nel centro della città. Nel 2006, in un’intervista a "The Independent", il primo cittadino aveva rivelato che nessuno della sua famiglia tirava lo sciacquone, dopo aver fatto pipì, per risparmiare acqua.