Il Livorno passa a Reggio nella sfida delle derelitte

Reggio Calabria. Dopo aver fallito, in precedenza, l’appuntamento con la vittoria in almeno altre due occasioni, la Reggina di Ficcadenti non è stavolta riuscita a rimediare neppure un pareggio contro il fanalino di coda Livorno, allenato dall’ex tecnico reggino Camolese. Gli ospiti sono riusciti a portarsi via un’importante vittoria che fa classifica e, soprattutto, morale. La Reggina dal canto suo non ha comunque giocato una brutta partita, creando nell’arco dell’incontro, con Amoroso e Ceravolo alcune occasioni da rete. Il Livorno ha badato al sodo evitando di sbilanciarsi e rifilando poi alla fine un micidiale uno-due ai padroni di casa. Sono gli ospiti poco dopo la mezz’ora del primo tempo a passare in vantaggio col giovane Loviso con un tiro dal limite. La Reggina reagisce e pareggia con Amoruso di testa. Nella ripresa, dopo alcune occasioni sprecate dalla Reggina, sono gli ospiti a passare in vantaggio grazie a una goffa autorete di Valdes. Allo scadere a mettere nel freezer il risultato è il neo entrato Rossini. Finisce con Livorno in cielo, Reggina all’inferno.