Con il Livorno è subito Cassano

La Samp delle riserve e dei punti d'oro sta per andare in pensione. Domenica contro il Livorno Antonio Cassano rientrerà dal primo minuto, a confermarlo lo stesso tecnico Walter Mazzarri: «Perché no? Sta bene e poi non è mica stato fermo per infortunio». I blucerchiati ritroveranno quindi, dopo la coppia Bonazzoli-Delvecchio, un po' di qualità in più, anche se necessariamente qualcuno dovrà stare fuori. E qui qualche problema potrebbe sorgere: Volpi è già destinato alla panchina, Palombo è intoccabile, Franceschini e Sammarco ad Empoli sono stati tra i migliori in campo e anche Delvecchio ha fatto bene. Non basta, perché uno dovrà andare in panchina e con ogni probabilità domenica toccherà proprio a Delvecchio. Oltre a Cassano invece giocherà ancora titolare Bonazzoli, mentre Bellucci, che sta recuperando dopo l'operazione al menisco entrerà nella ripresa. Ieri a Bogliasco si è rivisto anche Campagnaro che, però, dopo un mese e mezzo di stop potrebbe finire ancora tra le riserve. Stesso problema, infatti, anche in difesa, visto che ad Empoli il trio Accardi-Gastaldello-Lucchini ha meritato la riconferma. Con il Livorno la Sampdoria dovrà necessariamente vincere per sperare nella Champions: «Non voglio neanche pronunciarla questa parola - sorride Mazzarri - soprattutto per scaramanzia ma anche per non illudere i tifosi. Però è giusto che sognino». Come dire: il quarto posto è difficile ma non impossibile. Intanto Garrone è pronto a rinnovargli il contratto: «Sono felice per questo e ringrazio la società. Qui sto bene, i presupposti per firmare un allungamento ci sono tutti».