Livorno vietata ad An

Ce l’avevano fatta a presentarlo a San Giuliano Terme, cittadina in provincia di Pisa, guidata dal Pd, pochi chilometri più in là. Ma si sa, ciò che va bene a Pisa, a Livorno non può andare, perché «meglio un morto in casa che un pisano all’uscio». Dev’essere per questo che il capoluogo toscano, guidato dal sindaco del Pd Alessandro Cosimi, dopo averla in un primo momento concessa, ha negato la sala consiliare al gruppo di An, che voleva tenervi il convegno «I movimenti politici del dopoguerra». Non è stato certo perché all’evento avrebbe partecipato Antonio Carioti, autore del libro «Gli orfani di Salò». Non è stato certo per paura che certi dibattiti avrebbero potuto, a Livorno, scaldare gli animi.