Liza innamorata: «A Roma mi sento felice»

Lei, intramontabile come New York New York. La fontana, eternamente incantevole come nella scena del tuffo notturno di Anita Ekberg nella Dolce vita. Liza Minnelli ha scelto Fontana di Trevi per lanciare il suo prossimo tour italiano (partirà da Roma il 29 ottobre), e la semplice presentazione si è presto trasformata in uno scampolo di show. Con la celebre, energica (e ormai sessantaduenne) Minnelli a improvvisare i passi di danza del suo brano più celebre, e quindi a lanciare nella vasca, secondo tradizione, una moneta da cento lire del 1977 (l’anno del musical New York New York), donatale dall’assessore ai Beni culturali, Umberto Croppi.
Una piacevole sorpresa, per i turisti assiepati davanti alla Fontana. Applausi e l’accenno delle note della sua canzone più nota anche da parte dei negozianti e degli abitanti del rione, tutti affacciati alle finestre. Euforia trascinante e qualche frase della Minnelli anche fuori copione, come quella rivolta alla «felicità dei bambini di Roma».
Più tardi, in conferenza stampa, la cantante americana non ha mancato di rendere omaggio a una città che porta nel cuore, come ha confessato: «Quando sono arrivata, per prima cosa ho aperto la finestra della mia camera per godermi il panorama e ho avuto l’impressione di sentire la voce di Dio che mi diceva: sei una donna fortunata!». Il suo soggiorno in città è stato così piacevole che la Minnelli rimarrà «altri due giorni per incontrare gli amici di sempre, gustare ottimo cibo e non perdere l’occasione di fare shopping». D’altra parte lo stesso assessore Croppi, ha sottolineato come «la scelta di Liza Minnelli di partire da Roma per il suo tour italiano dimostra che la capitale resta la casa di tutti i grandi artisti del mondo, che qui vengono volentieri proprio perché si sentono a casa...».
Sarà l’Accademia nazionale di Santa Cecilia, l’istituzione culturale più antica del mondo, a ospitare il nuovo spettacolo di Liza Minnelli. In programma molti fra i suoi più grandi successi come Cabaret, Maybe This Time, And The World Goes Round: tutti pezzi scritti per lei da due mostri di Broadway come John Kander e Fred Ebb. Un concerto che dedicherà al papà Vincent Minnelli, uno dei più grandi registi di film musicali della storia, e a Kay Thompson, grande arrangiatrice e vocal coach di artisti famosi.