Loano s’illumina di streghe

Nella settimana di Ferragosto «Festa delle basüe» con tanto di processo

Nella settimana di ferragosto la città di Loano sarà teatro di feste di piazza per grandi e piccini, organizzate dall'Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano. Già domani, bambini e genitori si ritroveranno, alle ore 21, in piazza Palestro per giocare a costruire streghe e streghette.
Nello spazio creativo, allestito dall'Associazione Fantulin, paglia, stoffa, lana, pezzi di legno si trasformeranno in piccole «fattucchiere» da esporre sui balconi.
Sabato poi, il centro storico addobbato con scope, streghe, pipistrelli e gatti neri, accoglierà una nuova edizione della Festa delle basüe. L'iniziativa prenderà il via alle ore 21, davanti al palazzo comunale, dove partirà il corteo di nobili e popolani che insieme a tamburini e sbandieratori accompagnerà per le vie della città la strega. Quest'ultima, incatenata, sarà condotta al processo dall'austero Torquemada con il suo seguito di armigeri ed inquisitori. Protagonisti del corteo e della festa saranno i turisti che avranno l'opportunità di indossare costumi ed acconciature per trasformarsi in streghe, maghi e diavoletti.
Il corteo sarà arricchito dalla presenza di un fantasioso carosello di personaggi sui trampoli e da gruppi di streghe ballerine (si tratta delle allieve della scuola civica Attimo Danza di Loano diretta da Lorella Brondo, della Palestra Immagine Wellness Center di Pietra Ligure diretta da Monica Giovannini, dell'Associazione Sportiva Loano Gym di Loano e dell'associazione sportiva Ginnastica & Danza di Borghetto S.S. e Toirano) che danzeranno a ritmi incalzanti.
Sull'arenile di fronte al molo Francheville sarà celebrato il processo alla strega, che, condannata, sarà messa al rogo. Contemporaneamente nel cielo le luci e gli scoppiettii dello spettacolo pirotecnico segneranno l'inizio della «Notte magica», la seconda parte della festa, che si svolgerà sulla passeggiata a mare. Qui, ad attendere i turisti ci saranno due postazioni musicali e animazione: spettacoli di danza e musica latino-americana.
La sera di ferragosto, in riva al mare, si accenderanno le «10.000 luci nella notte»: a partire dalle 21 oltre trenta imbarcazioni illuminate partiranno dal porto per raggiungere il litorale loanese e diecimila lumini variopinti saranno posati in mare. L'illuminazione del mare e la processione delle barche illuminate nasce agli inizi del XX secolo, allorché i pescatori ed i marinai loanesi rendevano omaggio alla Madonna della Visitazione, protettrice del mare e dei marinai. La manifestazione ha rappresentato per decenni una tradizione, quasi un rito che affondava le sue radici nell'antica cultura marinara loanese. Nel dopoguerra le famiglie dei pescatori decoravano le loro imbarcazioni con luci che disegnavano immagini di mare, di pesca e di fede.
Dopo circa mezzo secolo, dal 2002, la Confraternita delle Cappe Turchine ha riproposto la tradizionale Illuminazione del mare offrendo ai tanti turisti l'occasione di vivere una serata in riva al mare guardando le "10.000 luci nella notte".