Locarno-Trieste in barca, via Navigli...

Da Locarno a Trieste in barca, passando per i Navigli di Milano: è questo l’itinerario della Quarta discesa in barca per il recupero dell’idrovia Locarno-Milano-Venezia-Trieste, che si svolgerà dal 13 al 26 aprile prossimi. La manifestazione, organizzata dall'Associazione Amici dei Navigli con il patrocinio degli enti locali svizzeri ed italiani, fra i quali il Comune di Milano, la Provincia e la Regione, ha lo scopo di rilanciare il turismo lungo il più antico corso d’acqua navigabile d’Europa.
Le imbarcazioni partiranno da Locarno martedì 14 aprile e, percorrendo il lavo Maggiore, il fiume Ticino, il Canale Industriale, i Navigli, il fiume Po e la Laguna Veneta, giungeranno a Trieste domenica 26 aprile. Lungo il percorso, l’equipaggio si fermerà presso numerosi comuni rivieraschi, partecipando a manifestazioni enogastronomiche e culturali: fra le tappe, Verbania, Piacenza, Caorso, Isola Serafini, Cremona, Zibello, Mantova, Ferrara, Venezia, Pordenone. Il gruppo sarà a Milano il 17 aprile: qui le barche moderne utilizzate per la discesa incontreranno, sul Naviglio Grande, le tradizionali ballottine veneziane della Canottieri Bucintoro.
«L’obiettivo è rilanciare il turismo sui Navigli in vista di Expo 2015 – ha commentato l'assessore al Turismo di Milano, Massimiliano Orsatti -. Il Ticinese non è solo movida e locali notturni: la navigazione e il nuovo parcheggio sotto la Darsena fanno parte del piano per un nuovo turismo nella zona, fatto anche di botteghe artigiane e luoghi storici». E proprio sulla Darsena, che versa tutt’ora in condizioni di abbandono e degrado, l’assessore promette: «Il Comune si sta impegnando per raggiungere un accordo con la società responsabile dei parcheggi entro l’estate, e ottenere l’utilizzo di parte delle sponde per abbellire la Darsena con una esposizione di cartelloni con fotografie storiche della zona».
Il tema del rilancio turistico dell’area di Milano è centrale anche per l’assessore al turismo della Provincia, Antonio Oliverio: «La provincia sostiene le iniziative legate ai Navigli – ha sottolineato - perché esaltano il potenziale turistico di tutta l'area milanese».