Loch Ness, giallo infinito: spuntano due nuovi video

Il giallo continua. Poco importa che battelli, sommergibili e sub abbiano scandagliato, metro dopo metro, tutto il fondale del celeberrimo lago scozzese. Un pescatore in pensione sostiene di essere in possesso di due filmati del mostro di Loch Ness<br />

Edimburgo - Il giallo continua. Poco importa che battelli, sommergibili e sub abbiano scandagliato, metro dopo metro, tutto il fondale del celeberrimo lago scozzese. L'idea che tra le brume possa apparire improvvisamente il collo allungato di Nessie continua a piacere. Rilancia un vecchio detetctive in pensione, questa votla.
Simon Dinsdale, ha affermato parlando alla Bbc che Nessie è stato "avvistato" e filmato due volte. Dinsdale si riferisce a due spezzoni di circa due minuti girati da suo padre, Tim Dinsdale (un celebre cacciatore del mostro di Loch Ness), filmati sulla cui autenticità Simon sembra pronto a mettere la mano sul fuoco.

Filmati autentici Lui stesso, infatti, accompagnando il padre nelle sue ricerche avrebbe visto con i propri occhi l’animale. Nell’intervista alla Bbc Simon ricorda con precisione quei momenti: "Vidi un oggetto immenso, straordinario, sembrava come il dorso di un enorme animale... ero molto vicino, a meno di un metro dall’acqua, e l’ho visto girarsi....aveva una macchia sul fianco destro, l’ho potuta scorgere chiaramente". Il padre di Simon, Tim, un ex ingegnere aeronautico della Raf morto nel 1987, avrebbe realizzato le sue riprese nel 1960.