Lodi festeggerà per due mesi i suoi 850 anni

Fondata nel 1158 dal Barbarossa, la città si celebrerà a partire dal 12 luglio con un “viaggio nel tempo”

La città nata due volte. È quello che è capitato a Lodi, sorta prima come villaggio celtico, trasformatosi successivamente in municipium col nome di Laus Pompeia e infine come città imperiale fondata il 3 agosto 1158 da Federico Barbarossa.
Conti alla mano, in questo 2008 Lodi spegne le sue 850 candeline di "nuova vita" occasione per dare il via a una serie sontuosa di festeggiamenti. Il primo appuntamento da segnare sull'agenda è quello del 12 luglio quando in Piazza della Vittoria, dalle 21.30, prenderà il via "Lodi in una notte - Un viaggio nel tempo" scenografico tuffo nel passato (regia e drammaturgia di Monica Maimone) per rivivere, in una folle corsa nei secoli, i momenti chiave della storia lodigiana.
Presentato dal Comune di Lodi e dallo Studio Festi, lo spettacolo coinvolgerà oltre 50 artisti impegnati nelle 13 scene allestite in piazza ma anche in volo, nell'acqua, in parata su palchi mobili, con magici effetti ottenuti, in particolare, con la luce. E così, oltre a Mephite, il drago Tarantasio, la bonifica delle paludi, il pubblico in piazza potrà anche ascoltare le interviste ai grandi di Lodi, ovvero Federico Barbarossa, Fanfulla, i Piazza e Giuseppina Strapponi, condite, tra il serio e il faceto, da approfondimenti con personaggi minori.
Oltre all'omaggio a Paolo Gorini e Ada Negri, da non perdere la drammatica rappresentazione della peste del 1630 con un suggestivo "memento mori". Il mix di sentimenti prevede, ovviamente anche amore e gloria, sentimenti che hanno accompagnato gli 850 anni di storia lodigiana che in un'ora e più scorreranno nella "macchina del tempo" di Valerio Festi.
Questo è solo uno dei tanti appuntamenti organizzati dal Comune di Lodi che, per l'occasione, ha anche potenziato i servizi per i turisti. Come dimenticare, ad esempio, iniziative consolidate come il Palio e la notte bianca il 19 luglio, Lodi al Sole (luglio-agosto), Contemporaneamente (settembre) e la Fiera d'autunno che renderanno l'offerta ancora più varia.
Se amate pedalare, potrete percorrere un itinerario di 15 chilometri, ogni domenica fino a settembre e ogni primo sabato del mese, dalle 10.30, alla scoperta della città usufruendo delle biciclette marchiate 850°. E se non siete turisti fai da te, con “Lodi in 1h e ½”, ogni sabato e domenica alle ore 11, con partenza da piazza del Broletto, il Comune vi offrirà visite guidate gratuite. Tanti i mercati, le occasioni di acquisto e di ristoro, magari per assaggiare la raspadura, il grana e il pannerone lodigiano o la tortionata.
Il 2 e 3 agosto si spegneranno le luci in piazza in memoria della distruzione per accendere (la rinascita) la nuova illuminazione. Nel giorno del compleanno, saranno tutti coinvolti nel gran ballo e nella più classica Tombola in una cornice di prestigio come quella della piazza più importante lodigiana. Infine, dal 18 al 27 settembre Festival Internazionale della letteratura e della creatività al Femminile, Da donna a Donna e il 3 dicembre concerto conclusivo diretto dal maestro Stefano Michelangelo Lucarelli.