Il lodo La sentenza milionaria che incombe sul premier

Ormai è imminente. Dovrebbe essere depositata proprio in questi giorni la sentenza d’appello sul cosiddetto Lodo Mondadori, la causa civile che contrappone la Fininvest di Silvio Berlusconi e la Cir di Carlo De Benedetti, a proposito del controllo di uno dei principali gruppi editoriali italiani. Il termine (non perentorio) di 60 giorni entro il quale i magistrati di secondo grado devono arrivare a sentenza è già scaduto da quasi un mese, e quindi il verdetto ormai incombe. E, come ha denunciato il premier al G8, rischia di essere un’ «aggressione sul piano patrimoniale». In primo grado la prima sezione civile del Tribunale di Milano, giudice Raimondo Mesiano, aveva condannato Fininvest a versare alla Cir 750 milioni di euro. La richiesta è stata ribadita in appello da De Benedetti, mentre Fininvest ha sostenuto che Cir non ha subìto alcun danno e che quindi non le tocca alcun risarcimento.