Logo del 2015 l’«Uomo vitruviano» di Leonardo da Vinci

Concepito nell’ultimo decennio del XV secolo, l’«Uomo vitruviano» di Leonardo da Vinci, il celeberrimo uomo nudo con le braccia aperte, è un disegno grande poco più di venti centimetri per trenta (precisamente 24,5 per 34,3). Nel famoso disegno dell’«Homo ad quadratum et ad circulum» Leonardo sviluppa, dandone completa esemplificazione grafica, le affermazioni del «De architectura» di Vitruvio circa le proporzioni tra le parti del corpo umano. L’idea di rintracciare nella stessa realtà fisica umana leggi numeriche e geometriche perfette trova giustificazione in un clima culturale - quello dell’Umanesimo e del Rinascimento - in cui l’individuo era considerato artefice del proprio destino e misura di tutte le cose.