Lollo: «Impossibile la mia estradizione»

Il ministro degli Esteri Gianfranco Fini ha annunciato di voler parlare al presidente brasiliano Lula della posizione di Achille Lollo. «Domani sarò in Brasile e parlerò con il presidente dell’impunità e dell’immunità di cui pare godano gli assassini in quel Paese». Pronta la replica da oltre oceano. Da Rio, dove risiede, Lollo ha commentato: «Fini fa ricorso alla persecuzione politica su di me per ricomporre l’unione del partito in prospettiva della campagna politica. Che sia solo un gioco elettorale lo dimostra il fatto che non si è mai sognato di chiedere al governo argentino di occuparsi dell’impunità e dell’immunità di Franco Ventura. Fini non potrà chiedere di nuovo la mia estradizione: non è possibile chiederla due volte e il mio reato è in prescrizione da due anni».