Lollobrigida-Luzzi il «ticket» della federazione provinciale

Messa (An): «I militanti sono la vera forza, sono il viatico migliore per un rilancio del nostro partito»

Nessun dissenso e piena complicità al quinto congresso dei Circoli di An a Roma. Dopo due giorni di lavori il risultato è stato un successo unitario. L’incontro, che ha gettato le basi per riconquistare Palazzo Valentini, si è concluso, ieri, presso i Bagni di Tivoli. Francesco Lollobrigida, il consigliere regionale del Lazio è stato eletto presidente della Federazione della provincia di Roma; mentre al suo fianco, come vicepresidente vicario è stato nominato il consigliere regionale Tommaso Luzzi. «Sono molto soddisfatto - dice il dirigente di An della provincia, Vittorio Messa - della unità che hanno saputo raggiungere le diverse anime del partito. Anime che non erano semplicemente sovrapponibili alle componenti romane». Messa mette in risalto anche l’apporto dei numerosi militanti del partito, dicendo che «l’alta partecipazione degli iscritti, pur in condizioni logistiche non ottimali, può essere il viatico migliore per un rilancio del partito nella provincia romana». Il contributo dei militanti è stato notevolmente apprezzato anche dal neoeletto Luzzi il quale ha detto che «le migliaia di militanti che hanno votato con impegno unitario hanno dimostrato la bontà delle tesi lanciate durante il congresso». Un obiettivo comune, dunque, «un accordo unitario - dice Bruno Prestagiovanni, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio, - che ha visto in Francesco Lollobrigida la sintesi fra tutte le anime del partito». Nella nota Prestagiovanni sottolinea il contributo dei militanti, «che hanno reso ricco di contenuti e proposte il congresso», porgendo infine un ringraziamento speciale al presidente nazionale, Gianfranco Fini perché «sempre vicino alle realtà territoriali del partito». Alleanza Nazionale ha dimostrato più volte di essere «il motore delle attività politiche di questo importante territorio», è quanto afferma Pierluigi Benvenuti, il capogruppo di An alla provincia di Roma. Benvenuti ha accolto positivamente l’elezione di Lollobrigida ritenendolo «importante per le sue capacità di rilanciare il partito». La promessa di Lollobrigida, come già aveva avuto modo di affermare prima di essere eletto, è quella di «impegnarsi duramente affinché la Federazione possa tornare ad essere un valido punto di riferimento del territorio». Obiettivo, questo, che aiuterà la crescita delle singole realtà associative. Al termine dei lavori, Vittorio Messa ha concluso dicendo di «aver svolto, assieme agli amici, un ruolo determinante per il raggiungimento dell’unità del partito ed augurando al presidente ed anche al nuovo esecutivo di poter lavorare nel migliore dei modi».