Lombardia, 1,5 milioni di euro per il settore vitivinicolo

La regione stanzia i nuovi fondi per aiutare le aziende. Si potranno acquistare barriques, ma anche creare siti internet. L'assessore all'agricoltura Giulio De Capitani: «Per le richieste la scadenza è il 21 marzo. Priorità ai giovani»

Ci sarà tempo fino al 21 marzo per poter accedere ai nuovi fondi in arrivo per le aziende vitivinicole lombarde. Ad annunciarlo è l'assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia Giulio De Capitani, commentando la delibera approvata questa mattina dalla Giunta regionale.
Regione Lombardia, nell'ambito del Piano nazionale di sostegno per il settore vitivinicolo, ha disposto per la campagna 2010/2011, uno stanziamento di 1.432.000 euro, per finanziare investimenti in impianti, infrastrutture vinicole e commercializzazione. Potranno accedere a questi fondi imprenditori agricoli, singoli o associati e imprese di trasformazione che utilizzino almeno il 60 per cento di materia prima di provenienza extra aziendale.
"La Misura Investimenti resterà aperta anche per la campagna 2012/2013 - ha assicurato l'assessore - ed è stata attivata per sostenere la competitività delle nostre aziende, attraverso investimenti materiali e immateriali. Si va infatti dall'acquisto di barriques e di attrezzature per la movimentazione del magazzino di cantina, all'allestimento di sale di degustazione fino alla creazione di siti internet".
Il contributo non potrà superare il 40 per cento della spesa effettivamente sostenuta e potrà essere concesso solo alle domande con una spesa ammissibile compresa tra i 20mila e i 200mila euro.
"Abbiamo, anche in questa occasione, pensato ai nostri giovani agricoltori e alle produzioni di qualità. I criteri per la definizione della graduatoria - conclude De Capitani - assegneranno infatti, a parità di punteggio, la priorità ai giovani agricoltori, così come alle produzioni biologiche e a basso impatto ambientale".