La Lombardia «apre» al possibile delisting

Ferrovie Nord Milano

Gli azionisti di minoranza di Ferrovie Nord Milano, che si vanno coagulando attorno al gestore hedge attivista Titan Capital Management, chiedono il delisting della società, ottenendo dalla Regione Lombardia, azionista di controllo, una parziale apertura. L’occasione per un confronto tra il Pirellone, che controlla il 57,57% di Fnm, e i soci di minoranza è stata l’assemblea degli azionisti. Titan, che ha in portafoglio 280mila azioni, aveva aperto il dibattito con l’invio di una lettera al management. Attorno all’hedge fund con sede a Lugano, spalleggiato dalla sim Lmf & Partners di Massimo Gionso, si starebbe coagulando una pattuglia di soci pari al 4-5% del capitale.