«La Lombardia merita l’olimpiade»

Milano candidata per l’Olimpiade estive del 2020. Lo ha annunciato ieri l’assessore regionale a Sport, Giovani e Promozione dell’Attività turistica, Piergianni Prosperini intervenendo alla presentazione del bilancio finale dei mondiali di Bormio 2005 che si è tenuta a Casa Italia a Torino. «È ora che la nostra regione - ha detto l’assessore - ottenga il giusto riconoscimento. Lo meritiamo perchè siamo la regione con il maggior numero di società sportive e atleti praticanti. Il volano degli investimenti in infrastrutture e impianti resterà poi in eredità per tutti i nostri sportivi. La Lombardia - ha ricordato l’assessore - vanta il numero più alto di medaglie olimpiche, oltre al maggior numero di tesserati a livello di associazionismo sportivo. Anche a Torino siamo rappresentati da ben 36 atleti, 23 uomini e 13 donne, su un totale di 185 italiani. Un team di campioni affermati come la coppia Margaglio - Fusar Poli, Giorgio Rocca, grande testimonial della Valtellina e le sorelle Fanchini, da Montecampione». Maurizio Gandolfi, amministratore delegato di Bormio 2005 , ha sottolineato il successo e il valore economico che hanno avuto i Mondiali di sci dello scorso anno. «Anche per Bormio e per la Valtellina gli investimenti realizzati restano un importante patrimonio a disposizione di tutti, sportivi e turisti, per i prossimi anni. Un evento, i mondiali di sci alpino, che è stato possibile realizzare grazie al volano delle risorse pubbliche che hanno messo in moto l’iniziativa privata. Con Club Lombardia e Bormio 2005 la Regione è stata protagonista di questo importante evento che ha presentato le bellezze della