In Lombardia più nati che morti

Le coppie lombarde si sono decise a fare figli. Per la prima volta dopo anni, il numero delle nascite supera quello dei decessi. Dal 2004 al 2006, infatti, ogni mille abitanti sono nati 10 bambini e sono morte circa 8 persone. Così il saldo naturale, pari alla differenza tra numero di nascite e numero di decessi, ha raggiunto un valore positivo (1,2).
I dati sono del Movimento per la vita ambrosiano, che ha organizzato il convegno «L’inverno demografico - dinamiche demografiche e crescita zero in Europa e Lombardia». Il trend positivo è cominciato nel 2001 ma soltanto negli ultimi anni in Lombardia si è verificata una sorprendente vivacità demografica. La positività del saldo naturale, tuttavia, non ha comportato un corrispondente livello di crescita demografica totale per l’intera Lombardia. E Milano si aggiudica la maglia nera guadagnando l’ultimo posto della classifica. Un dato: se nel 2004 il tasso di crescita totale del capoluogo lombardo si assestava a 16,6, nel 2006 è precipitato fino a 3, contro una media regionale pari a 6,9.