Lombardia-Piemonte: Lega Nord organizza tiro alla fune sul Ticino

Una sfida sportiva con il consueto contorno di stand gastronomici e comizi: così si rinsalda l'amicizia/rivalità tra i gruppi lghisti delle dueregioni. In prima linea Bossi, Giorgetti, Cota e Borghezio

Un tiro alla fune simbolicamente importante per i leghisti, quello che si giocherà domenica prossima sulle rive del Ticino, con una corda lunga 400 metri, dal peso ragguardavele di una tonnellata, tesa tra le sponde lombarde e piemontesi. La sfida amichevole vuole simboleggiare la fratellanza e la sana rivalità tra le due regioni. In prima linea ci sarà il leader del Carroccio Umberto Bossi, accanto a lui Giancarlo Giorgetti e Dario Galli, per la parte lombarda. Roberto Cota, Mario Borghezio e Maria Piera Pastore per la parte piemontese. E molti altri fazzoletti verdi, naturalmente. La manifestazione, che si svolgerà tra Sesto Calende e Castelletto, durerà tutto il giorno con comizi e gazebo gastronomici, anche se il momento clou è alle 16. A quell’ora infatti la corda (che ai rispettivi capi è assicurata a due trattori) sarà tesa sul fiume. La navigazione in quel tratto del Ticino, sarà sospesa fino a dopo le 18.