La Lombardia si mette gli sci tanta neve e skipass scontati

Tanta neve e meno soldi? No: la stagione sciistica apre i battenti domani e molte località hanno messo a punto formule orarie per risparmiare e promettono sconti fino a Natale. I materiali sono più veloci, le code diminuite: si scia molto più intensamente e quindi ci si stanca prima. Innanzitutto segnatevi la data del 14 dicembre: i maestri di sci lombardi della Lamsi, lamsi.lombardia.it, 0345.42769, offriranno due ore di lezione gratis nelle maggiori località. E questo è già un buon inizio.
In Lombardia bisogna mettere in conto che per uno ski-pass il prezzo si aggira, spesso superandolo, sui 30 euro. Ma quest'anno è scattato il piano anti crisi. Un esempio? Anche a Livigno, livigno.eu, skipasslivigno.com, 0342.996915, dove lo ski-pass (36 euro) è il più caro della Regione, ma ha un costo direttamente proporzionale alla qualità del comprensorio e delle attività: quassù fino al 23 dicembre per chi prenoti un mini break di 4 giorni, il giornaliero viene regalato e il sabato il costo scende a 28 euro.
A Bormio invece, bormioturismo.net, 0342.902769, bormioservizi.it, 0342. 903300, si spende sulla carta poco di meno: 34 euro ma con un soggiorno di 4 giorni fino al 22 dicembre, in alternativa allo ski-pass, si potrà scegliere di avere gratis anche un pacchetto per le Terme, bormioterme.it. Per battere la crisi inoltre la "magnifica terra" offre anche quest'anno il trasporto gratis su tutti i mezzi della valle a chi è in possesso di abbonamento.
Ci sono poi località che hanno capito che fare a metà è meglio e hanno strutturato con saggezza il prezzo di skipass mattinieri e pomeridiani o, meglio ancora, adottato il giornaliero orario, per sciare giusto un po' senza né sbancarsi né sfinirsi. A Santa Caterina Valfurva, santacaterina.it, telefono 0342.935550, per esempio, il giornaliero intero costa 33 euro, ma con 22 euro si può scegliere se sciare fino alle 12.30 o cominciare alle 12. Così a Madesimo, madesimo.com, valchiavenna.com, 0343.57039, dove mattiniero e pomeridiano costano 26 euro, con un risparmio di 7 euro sul prezzo pieno. Pioniere del biglietto ad ore è invece il comprensorio di Ponte Di Legno, Temù, Tonale sull'Adamello, adamelloski.com, 0364.92097: se il giornaliero costa 32 euro, si può scegliere di sciare per 3, 4 o 5 ore rispettivamente a 25, 27 e 30 euro. Chi scia sa che questi non sono dettagli.
Lo hanno capito anche in Valmalenco, valmalenco.it, 0342.451150, fra Chiesa e Caspoggio, dove, oltre al giornaliero a 32 euro, per chi si alzi più tardi si sono inventati il giornaliero per pigri, che scatta dopo le 11 a 28 euro e un pomeridiano, dalle ore 14, a soli 18 euro. Fra le località belle e low cost ecco invece Bobbio, pianidibobbio.com, 0341.996101, e Foppolo e San Sicario, Bremboski.eu, 0345. 74161. Anche qui la neve è arrivata, si apre in questi giorni e il giornaliero costa rispettivamente 29 euro a Bobbio, pomeridiano e mattinieri 21-22 euro, e 27 euro nelle località bergamasche dove mattiniero e pomeridiano scendono a 15 euro.