Lombardia, suoneria «spot» per Formigoni Il presidente canta i messaggi elettorali

Non si tratta di un gioco, qui la musica ha un significato molto serio: strumento per avvicinare la gente alla politica, soprattutto chi di politica non vuole nemmeno sentire parlare. «Al 60% della gente non frega niente della politica - osserva il governatore -, ma la qualità della nostra democrazia dipende anche da loro. A loro dico: attenti, la politica ha bisogno anche di voi». Ovviamente a tempo di rap.
Seguendo lo stesso principio, la potenza comunicativa e ammaliante delle note, nel 2006 Roberto Formigoni, che si candidava per il suo terzo mandato, aveva aperto la sua radio via internet e una web tv. Da pochi gironi è on line il suo sito (www.formigoni.it) completamente rinnovato, dove si possono lasciare messaggi e fare proposte. Da quando è in rete, ovvero nove giorni, ne sono già arrivate 150.
Le suonerie dei cellulari hanno anche un significato simbolico, come ha spiegato lo stesso presidente: «Nel mio programma ci saranno anche spunti riguardanti la musica, si tratta ad esempio di potenziare l’educazione musicale, ma non anticipo nulla, ci stiamo lavorando». A questo proposito il presidente si dichiara contrario a mettere fine ai concerti negli stadi, come vorrebbero alcuni comitati di quartiere, che sono riusciti a portare in tribunale addirittura Spingsteen, reo di aver concluso il suo concerto a San Siro nel 2008 con venti minuti di ritardo.