Lombardo: basta attacchi strumentali

«Esprimo apprezzamento per il senso di responsabilità dimostrato dal ministro Calderoli. Mi auguro che in Italia cessino le strumentalizzazioni di queste ultime ore, anche se non mi faccio eccessive illusioni, considerato anche il clima elettorale». Così il leader del Movimento per l'autonomia, Raffaele Lombardo commenta le dimissioni del ministro per le Riforme istituzionali Roberto Calderoli. «Conoscendo l'indole del popolo libico resto comunque dell'idea che la manifestazione di Bengasi non ha niente a che vedere con il fondamentalismo islamico. Penso invece - ha concluso - che si è trattato dell'ennesimo espediente del regime per dare addosso all'Italia». Quanto ai rapporti con il Carroccio la Lega, per Lombardo non cambia nulla. «Con la Lega abbiamo stipulato un patto chiaro e la nostra amicizia con loro rimane solida». Lombardo conferma di essere «un alleato fedele della Lega Nord» perché giudica «l'alleanza strategica per lo sviluppo del Mezzogiorno».