Lombardo uno dei tre ricercatori al «Novartis Biocamp di Basilea»

Arriva dall'università Vita-Salute San Raffaele uno dei tre giovani talenti italiani selezionati per il Novartis International Biotechnology Leadership Camp: si chiama Giuseppe Andrea Sautto, laureato in Biotecnologie mediche, molecolari e cellulari, attualmente svolge un post-doc in microbiologia e virologia presso l'ospedale San Raffaele di Milano. Giunto alla sua nona edizione il Novartis BioCamp, workshop dedicato alla ricerca biotecnologica e farmaceutica si tiene dal 27 al 29 agosto presso l'headquarter Novartis di Basilea.
A giudicare dall'alto numero dei candidati, oltre 250, il Novartis BioCamp si conferma un ambito appuntamento internazionale, perché nell'arco di tre giorni offre ai partecipanti l'opportunità di esplorare il mondo delle biotecnologie.
Oltre a Giuseppe Sautto, la giuria internazionale ha selezionato in base ai risultati accademici, alle esperienze professionali, alle pubblicazioni, altri due giovani ricercatori: Valentina Cazzella, 27 anni, laureata a pieni voti in genetica e biologia molecolare presso l'università La Sapienza di Roma, dove ora è impagnata in un dottorato di ricerca in terapia genica. Il terzo partecipante è Antonio Vinciguerra, 26 anni, laureato in chimica e tecnologie farmaceutiche all'università degli studi Federico II di Napoli.