Via Lomellina: alle famiglie 176mila euro

A ciascuna delle famiglie danneggiate 1.200 euro, un ulteriore contributo a quelle particolarmente colpite e alle attività commerciali, 45mila per le famiglie delle vittime, 10mila per bonificare i cortili dei civici 7 e 9. Il Comune distribuisce i fondi raccolti con il conto corrente «Il cuore di Milano per via Lomellina» aperto per sostenere le famiglie colpite dallo scoppio del palazzo il 18 settembre scorso. «Abbiamo deciso - spiega l’assessore alle Politiche sociali, Mariolina Moioli - come utilizzare i fondi della raccolta chiusa ad aprile. Per le 34 famiglie che abitano in piazzale Dateo è già stato stabilito un contributo per l’acquisto degli elettrodomestici dopo che l’Ikea ha fornito le cucine. Ci saranno anche 1.200 euro per chi ha subìto danni, ma è potuto rientrare nelle case ai civici 7 e 9. Un ulteriore contributo ci sarà per le famiglie con i danni più gravi e anche per le attività commerciali. Inoltre 45mila euro sono per le famiglie che hanno perso un congiunto nella tragedia, mentre abbiamo deciso che 10mila euro servano per sistemare i due cortili». Nella stessa delibera, per le famiglie di via Lomellina è stato deciso l’esonero Ici per il 2007. La cifra complessiva raccolta è stata di 176.599,76 euro. Un mese fa, il 18 maggio, a conto corrente chiuso, sulla vicenda di via Lomellina, l’assessore Moioli aveva ricevuto la visita del Gabibbo. Il pupazzo rosso si era presentato con la troupe di Striscia la Notizia in galleria Vittorio Emanuele, davanti all’Urban Center, per intervistare l’assessore sull’assistenza fornita dal Comune a chi era stato costretto a lasciare la sua casa.