Londra, arrestate quattro persone per gli attentati del 2005. Una è la moglie del kamikaze

Tre uomini e una donna, fra i 29 e i 34 anni, sono stati fermati questa mattina da Scotland Yard. Negli attentati suicidi del 7 luglio 2005 morirono 52 persone

Londra - C’è la moglie di Mohammad Sidique Khan, uno dei kamikaze del 7 luglio, tra le persone arrestate oggi in relazione all’inchiesta sulle stragi di Londra, costate la vita a 52 persone. Lo afferma la Bbc, secondo cui la polizia ha arrestato Hasina Patel (29 anni) e altri due uomini nel West Yorkshire e un quarto uomo a Selly Oak, Birmingham. Le forze dell’ordine non hanno confermato la notizia. "Non discutiamo mai l’identità delle persone che sono state arrestate", ha dichiarato un portavoce. I quattro, di età compresa tra i 22 e i 34 anni, sono sospettati di aver commissionato, preparato o istigato atti di terrorismo. Gli agenti stanno perquisendo abitazioni a Dewsbury, Beeston e Batley (West Yorkshire) e altri due domicili a Birmingham. Una perquisizione è in corso nell’area di Handsworth della città, l’altra a Selly Oak. I sospettati sono stati portati alla stazione di polizia di Paddington Green a Londra per essere interrogati. Sidique Khan, identificato come il kamikaze che si fece esplodere alla stazione di Edgware Road, risiedeva a Dewsbury ed era cresciuto a Beeston. Tra gli altri arrestati c’è Khalid Khaliq, 34enne residente a Tempest Road (Leeds): la stessa via dove abitava Shehzad Tanweer, l’attentatore che si fece esplodere alla stazione di Aldgate. Le forze dell’ordine hanno reso noto che l’inchiesta sugli attentati contro tre treni della "tube" e un bus a due piani a Londra va "approfondita" per scoprire se qualcuno fosse a conoscenza dei piani dei quattro attentatori o possa averli aiutati.

Gli attentati del 7 luglio 2005 Tre uomini erano stati già arrestati il 22 marzo da Scotland Yard nel quadro di questa inchiesta. Sono i primi sospettati accusati nell'indagine su questi attentati, costati la vita a 56 persone compresi gli autori (quattro kamikaze) e che hanno causato più di 700 feriti. Gli attentatori colpirono il 7 luglio 2005 tre treni della metropolitana e un bus a due piani, i più gravi attentati terroristici nella storia della Gran Bretagna. A marzo, la polizia arrestò tre persone tutte della zona del West Yorkshire, la stessa di tre dei quattro kamikaze del 7 luglio. Furono incriminati il 5 aprile per aver complottato con la cellula che realizzò le stragi. A essere incriminati furono Mohammed Shakil di Beeston, Sadeer Saleem di Beeston e Waheed Ali, trasferitosi a Londra da Beeston. Mohammed Sidique Khan, identificato come uno dei quattro kamikaze di Londra, risiedeva a Dewsbury ed era cresciuto a Beeston.