A Londra corrono i minerari

I livelli massimi raggiunti da New York hanno reso esitante il mercato borsistico europeo che conferma in genere i livelli precedenti, mentre le notizie societarie non sembrano aver avuto un impatto di rilievo, sia per quanto riguarda il listino principale che il Nasdaq. Più volatili i mercati europei, che migliorano ulteriormente, con Londra e Parigi che si avvantaggiano dello 0,6%, mentre Francoforte resta un passo indietro. Ieri l’interesse si è concentrato, sulla piazza londinese, sul titolo Ryanair che ha presentato una offerta ostile per Aer Lingus: quest’ultimo ha realizzato una performance del 12%, avvicinandosi al prezzo dell’offerta; mentre il titolo Ryanair si è apprezzato solo del 2,9%. Di nuovo in battuta le azioni minerarie, con Angloamerican in crescita del 2,3%, ma ha fatto meglio Bhp Billiton che guadagna oltre il 4%. Sulla piazza parigina in crescita Crédit agricole (più 2,5%), mentre non si arresta il declino di Eads, in ulteriore calo del 3 per cento.