A Londra farmaceutici in recupero

Borse mondiali alla ricerca di un equilibrio. Il calo dei prezzi del greggio e alcune notizie societarie non hanno avuto un impatto positivo a New York, con gli indici tornati in positivo solo dopo metà riunione. Tra i titoli in rialzo, Yahoo! (più 5,6%), J.P. Morgan (più 2%) e Altria (più 1,7%). Tra i tecnologici in crescita Qualcomm (più 2,2%) e Google (più 2,1%); crollo di Eastman Kodak (meno 4,2%) a causa degli oneri per la ristrutturazione. Il calo delle Borse europee, per i timori di una stretta sui tassi, ha «bruciato» circa 120 miliardi di euro. Penalizzata Francoforte che perde oltre il 2%, trascinata al ribasso da Tui (meno 3,4%) e Lufthansa (meno 3,2%), mentre a Parigi hanno guidato il ribasso Arcelor (meno 3,2%) e Gaz de France (meno 3%). Più irregolare Londra, dove recuperano i farmaceutici, come Astrazeneca (più 1%) e GlaxoSmithKline (più 0,5%). Ancora in calo i titoli minerari.