Londra, incriminato l’etiope estradato dall’Italia

da Londra

Hamdi Issac, il presunto mancato attentatore del 21 luglio a Londra estradato giovedì dall’Italia, è apparso ieri davanti a un’apposita Corte riunitasi nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh, che gli ha letto i capi di imputazione. Issac resterà in carcere fino all’8 dicembre, data della prossima udienza all’Old Bailey, la Corte d'Assise. Il 27enne cittadino britannico di origine etiope è stato incriminato per associazione a delinquere finalizzata all’omicidio, tentato omicidio e violazione della legge sugli esplosivi, come gli altri tre presunti mancati attentatori.
Ieri mattina l’aeroporto di Manchester è stato chiuso per un allarme bomba provocato da un sospetto terrorista, che si è poi rivelato uno squilibrato.