Londra, una nube nera sulla città

Un incendio, nel quartiere di Sterling, è scoppiato sul sito in cui sono in corso i lavori al villaggio olimpico per i Giochi del 2012. Nei pressi sorge un deposito di carburante da cui potrebbero essersi sprigionate le fiamme. La polizia esclude la pista terroristica

Londra - Un vasto incendio si è propagato in un deposito in un’area industriale nell’est di Londra, emanando del fumo nero, ma al momento non vi sono indicazioni di vittime o feriti. Lo ha reso noto la polizia. I vigili del fuoco hanno detto di aver ricevuto una chiamata per un incendio nell’area di Stratford. Quindici mezzi dei pompieri e 75 vigili del fuoco sono stati inviati sul posto, nella zona di Stratford. Un addetto alla sicurezza ha riferito che il rogo ha interessato un vecchio deposito di autobus, non lontano dal sito destinato a ospitare il villaggio degli atleti delle Olimpiadi del 2012. Due ambulanze sono giunte sul luogo senza trovare al momento né vittime né feriti, hanno detto i soccorritori.

I media britannici hanno riferito di un’esplosione, sollevando timori per un possibile attentato, ma una portavoce della polizia ha precisato: "Non abbiamo nulla che suggerisca che sia qualcosa di diverso da un incendio al momento". "Per ora stiamo monitorando la situazione. Siamo in stretto contatto con il Met (la polizia metropolitana di Londra)", ha detto un portavoce dell’Home office (il ministero dell’Interno). "Ci hanno detto che non ci sono notizie di un’esplosione", ha aggiunto. Alla domanda se sia possibile escludere un atto di matrice terroristica, una fonte della sicurezza ha risposto: "Non possiamo escludere nulla in questo momento, è troppo presto. Ma per il momento è stato segnalato come incendio". Il 7 luglio di due anni fa i trasporti pubblici londinesi sono stati bersaglio di attentati suicidi costati la vita a 52 persone.