Londra, patente ritirata ai papà che non pagano l'assegno di mantenimento

Come annunciato qualche tempo fa durante il Queen's speech, il
discorso che ogni anno viene letto dalla regina ma messo a punto dal
governo Brown per indicare i piani programmatici dell'anno legislativo, il
governo dare una stretta alla politica
dei sussidi ma anche fare da cane da guardia contro chi non rispetta le
regole

Londra - Giro di vite per i papà assenti, ma soprattutto dura vita per quelli che non pagano l'assegno di mantenimento. Come annunciato qualche tempo fa durante il Queen's speech - il discorso che ogni anno viene letto dalla regina ma messo a punto dal governo per indicare i piani programmatici dell'anno legislativo - il governo di Gordon Brown intende non solo dare una stretta alla politica dei sussidi ma anche fare da cane da guardia contro chi non rispetta le regole facendo sopportare il peso del proprio lassismo all'intera comunità. Secondo un disegno di legge che verrà presentato a Westminster nei prossimi giorni, i papà “inadempienti“, cioè quelli che non pagano l'assegno di mantenimento per i figli, perderanno patente o passaporto senza nemmeno poter aspettare il verdetto di un tribunale. Il o i documenti saranno restituiti solo quando il genitore si metterà in regola. Un modo - pare - per fronteggiare una questione che finora non ha trovato soluzione. Così il ministro per il Lavoro e le Pensioni, James Purnell, ha giustificato l'intenzione di introdurre il provvedimento: “Siamo ovviamente al fianco dei genitori in questi tempi difficili, ma non al fianco di quelli che scelgono di non aiutare i loro bambini. Non staremo a guardare e a far nulla. Se un genitore si rifiuta di pagare, gli impediremo di viaggiare o usare l'automobile“.