Londra, perquisiti gli uffici dell’avvocato Mills

da Milano

La polizia britannica ha perquisito gli uffici londinesi dell’avvocato David Mills, indagato per corruzione in atti giudiziari, insieme a Silvio Berlusconi, oltre che per falsa testimonianza, nell’ambito della più vasta inchiesta della Procura di Milano sulla compravendita dei diritti cinematografici da parte di Mediaset. L’unità «Estradizioni e Assistenza Internazionale» della Met-Specialist Crime Directorate ha passato al setaccio i documenti di Mills, alla ricerca di prove di un pagamento da 400mila sterline (pari a circa 582mila euro), come ha riferito lo stesso avvocato d’affari al Financial Times. Mills ha ammesso di aver ricevuto questa somma, ma da un altro cliente, e ha precisato che non si è trattato in nessun modo di una tangente. «Stanno indagando sull’ipotesi che sia stato convinto da Berlusconi a dare una falsa testimonianza» ha ricordato l’avvocato inglese, specializzato nella creazione di società off-shore.