Londra, sono 5 i morti Su un maxischermo le immagini dei "teppisti"

Sale il numero delle vittime degli scontri: è morto l'uomo di 68 anni gravemente ferito lunedì scorso. E la polizia di Birmingham invita i cittadini a segnalare i colpevoli delle devastazioni proiettando le immagini su maxischermi <em><strong><a href="http://www.ilgiornale.it/fotogallery/birmingham_maxi-schermo_colpevoli/i... target="_blank">Guarda le foto</a><a href="http://stage.ilgiornale.it/fotogallery/birmingham_maxi-schermo_colpevoli... target="_blank"></a>
</strong></em>

Londra - Continua ad aggravarsi il bilancio degli scontri che hanno travolto la capitale britannica.  È morto l’uomo di 68 anni che era stato gravemente ferito lunedì a Londra. La morte di Richard Mannington Bowes è stata confermata oggi da Scotland yard, che ha diffuso l’immagine di un sospetto ripresa da una telecamera di sorveglianza. Salgono così a quattro le vittime dei violenti disordini che hanno interessato Londra e altre città britanniche. La polizia ritiene infatti che siano legate ai tumulti anche la morte di un uomo ucciso a colpi di pistola nella sua auto a Croydon e quella di tre giovani investiti da un’auto a Birmingham. Bowes era stato ritrovato in coma accanto ad un bidone della spazzatura in fiamme a Ealing, nell’area di West London. Secondo la testimonianza di un negoziante, l’anziano è stato aggredito da un gruppo di teppisti mentre tentava di spegnere il fuoco.

Birmingham E la polizia di Birmingham escogita un nuovo metodo per trovare i colpevoli dei saccheggi degli ultimi giorni. Per le strade della città sono stati appesi maxischermi che proiettano le foto dei possibili colpevoli, invitando i cittadini a segnalare i volti familiari. Lo schermo rimarrà acceso fino a sabato sera.